Una Barbera da Formula 1

Giacomo sprizzava energia e simpatia come le bollicine della sua Monella; lo conoscevi e ti sembrava di essere amici da vent’anni . Lo capii subito, quella sera, era il 3 agosto 1985, quando arrivò con il suo amico Maurizio Zanella all’hospitality dell’Alfa Romeo che quell’anno correva in Formula 1 con i piloti Patrese e Cheever;…

Trentanni Bricco dell’uccellone

I Tre Bicchieri nel 1991

Era il 1991 quando il Bricco dell’Uccellone vinse per la prima volta i Tre Bicchieri. Anna mi telefonò dicendomi che dovevo subito andare a San Babila, ad assistere alla premiazione. Non ci pensai neanche un attimo, caricai al volo in macchina il sindaco di Rocchetta Tanaro, che a quell’epoca era Stefano “Stivulin” Icardi e ci…

Trentanni Bricco dell’uccellone

Di padre in figlio

Ho un ricordo particolare di cinque o sei annate di Bricco dell’Uccellone inserite in una verticale di qualche anno fa a Vinitaly, a cui ero stata gentilmente invitata. Le annate non me le ricordo assolutamente però una in particolare era la prima curata interamente da Giuseppe Bologna, mentre le altre erano state prodotte da Giacomo…

Se non ci fossi bisognerebbe inventarti!

Caro Bricco dell’Uccellone, ti ho conosciuto 16 anni fa quando, per lavoro, bazzicavo nell’Alessandrino, grazie a un collega appassionato di vini che ti esaltava come fossi un mito. Da allora mi fai compagnia, insieme agli altri bei vini di Braida. Contemplo ogni volta con piacere la tua inconfondibile etichetta, pregustando la prossima volta in cui…

Un brindisi con il Bricco per la mia bambina che stava per nascere

Il mio ricordo risale al all’autunno del1989, quando in fiera a Milano, l’indimenticabile signor Giacomo, alla vista di mia moglie Antonella che era incinta, ordinò che si stappasse una bottiglia di Bricco dell’Uccellone per un brindisi; mia figlia Evelina nacque il 21 febbraio 1990, e per questo spesso ricordo l’episodio. (Marco Acerboni – Crandola Valsassina)

Trentanni Bricco dell’uccellone

Da Acqui Terme a Kigali, cresciuto a Barbera

Da Acqui Terme, oggi a Kigali, cresciuto a Barbera grazie a Giacomo Bologna. Ricordo che ero molto giovane quando mio padre Renato e la compagnia del Ristorante Guido mi dissero: “Vedi quell’Uomo? E’ il Signore della Barbera”. (Alessandro Merlo – Brachetto Restaurant & Wine Bar)