Trentanni Bricco dell’uccellone

Il giorno più triste della mia vita

Io devo raccontare il giorno più triste della mia vita: il funerale di Giacomo Bologna. Quando arrivai stavano piangendo tutti. Non esagero: ho pianto più in quell’occasione che al funerale di mio padre. Eravamo diversi amici, ci venne incontro Carlo, il fratello di Giacomo, invitandoci a bere una tazza di brodo. Entrammo e trovammo una…

Trentanni Bricco dell’uccellone

“Cose da uomini”

Il primo sorso di Bricco dell’Uccellone fu in compagnia di mio marito, Roberto Macaluso, che era un grande amico di Giacomo. Ricordo che sentii subito del cacao. Mi piacque moltissimo. Domandai a Roberto come mai il vino avesse questo strano nome. Lui scherzò: “Sono cose da uomini, non puoi capire”. (Giovanni Margiaria Macaluso)

Trentanni Bricco dell’uccellone

Il Bricco dell’Uccellone non manca mai nelle riunioni di famiglia

Quando stava per nascere nostro figlio, Enrico, mio marito si trovava proprio a Rocchetta Tanaro, dai Bologna! Era appena arrivato ed è dovuto correre subito a casa! Il Bricco dell’Uccellone invece non era ancora nato quando incontrai Giacomo Bologna per la prima volta. Fu Nicola a farmelo conoscere. Da allora, nelle cene delle feste e…